Home Confesercenti nazionale Confesercenti Grosseto lancia il sondaggio per analizzare la fiducia degli imprenditori e le aspettative per il 2024

Confesercenti Grosseto lancia il sondaggio per analizzare la fiducia degli imprenditori e le aspettative per il 2024

di
0 commento

Il Presidente Caso: “La propensione al risparmio delle famiglie è la più bassa degli ultimi 35 anni. I consumi saranno la chiave di questo 2024”

Un sondaggio, per capire e analizzare l’indice di fiducia degli imprenditori maremmani, e così dar loro voce nei confronti dell’opinione pubblica e della pubblica amministrazione.
Confesercenti Grosseto lancia un nuovo sondaggio. Tra le domande il livello di soddisfazione per i risultati raggiunti nel 2023, sia per i ricavi, che per i costi, che per il reperimento del personale. Cosa preoccupa per il 2024. Quali le strategie per il 2024.

«La propensione al risparmio delle famiglie è la più bassa degli ultimi 35 anni. I consumi saranno la chiave di questo 2024, senza la conferma, da parte del Governo, di taglio del cuneo e riforma del fisco, per il prossimo anno nel 2025 l’aumento del Pil si fermerà al +0,8%» afferma Confesercenti. Questi due provvedimenti, invece raddoppieranno la crescita dei consumi generando una spinta che rappresenterà più della metà della crescita complessiva dei consumi prevista per il 2024 (+10,9 miliardi di euro a livello nazionale). A stimarlo è il Cer ricerche per Confesercenti.

«La riduzione del cuneo contributivo deve diventare un provvedimento permanente – precisa il presidente provinciale di Confesercenti Giovanni Caso – sarebbe utile anche detassare gli aumenti retributivi cosa che permetterebbe alle famiglie di recuperare il potere d’acquisto perso a causa dell’inflazione».

Le misure di decontribuzione e la rimodulazione delle aliquote di imposta faranno scendere la pressione fiscale di mezzo punto, dal 42,2% al 41,7%, mettendo a disposizione delle famiglie lo spazio necessario per un aumento della spesa. A seguito di tali interventi, i consumi aumenteranno nell’anno in corso dell’1%.

I consumi hanno dato un contributo fondamentale alla crescita anche lo scorso anno. Ma per mantenere i livelli di spesa, le famiglie hanno risparmiato meno: la propensione al risparmio è scesa al 6,2% del reddito disponibile. Con una conferma dei provvedimenti anche nel 2025 la spesa delle famiglie aumenterebbe dello 0,7% con un Pil in crescita dell’1,1%. Un aumento che permetterebbe di recuperare finalmente, dopo ben 18 anni, i livelli dei consumi che si registravano prima della grande crisi finanziaria internazionale del 2007-2008.

Una mancata riconferma del provvedimento, dunque, sarebbe una notizia preoccupante per le imprese. In primo luogo, quelle del commercio al dettaglio che già scontano l’impatto dell’inflazione, che costringe le famiglie a spendere di più per comprare di meno: nel 2023 l’aumento dei prezzi ha portato, infatti, ad un incremento delle vendite del +1,5% in valore, con una flessione però del 2,2% in volume. Il sondaggio si rivolge a qualsiasi impresa del commercio, turismo e servizi. Per partecipare si può cliccare QUI: https://www.sondaggio-online.com/s/indice-di-fiducia-maremma2024.

Leggi le altre notizie Confesercenti dal territorio

L’articolo Confesercenti Grosseto lancia il sondaggio per analizzare la fiducia degli imprenditori e le aspettative per il 2024 proviene da Confesercenti Nazionale.

You may also like

Lascia un commento

Generated by Feedzy